Qual è il miglior Hard Disk SSD da comprare?

Stai cercando un hard disk SSD da comprare su Amazon e non sai quale scegliere?
Nella tabella troverai il migliore hard disk SSD da acquistare online.

Invalid table id.

Ecco l’hard disk SSD più veloce che conviene comprare, sono elencate le caratteristiche principali.

Samsung Memorie MZ-76E500 860 EVO SSD Interno da 500 GB, SATA, 2.5"
  • Velocità di lettura sequenziale fino a 550 MB/s e velocità di scrittura sequenziale fino a 520 MB/s
  • Interfaccia SATA 6 Gb/s e retrocompatibile con SATA 3 Gb/s e SATA 1.5 Gb/s
  • Fattore di forma 2.5 pollici, ottimo sia per computer portatili che fissi
  • Capacità disponibile: fino a 4 TB
  • Progettato per PC e laptop tradizionali per uso personale, di gioco e aziendale

Perchè dovresti comprarlo?

  • Velocità costanti grazie a Intelligent Turbowrite fino 550 MB/s in lettura e 550 MB/s in scrittura
  • Buffer di dati aumentato da 12 GB a 78 GB per trasferire file di grosse dimensioni
  • V-NAND ti offre fino a 2.400 TBW
  • adatto per editing video in 4K
  • adatto ai giochi

 

 

Lista dei migliori hard disk SSD più venduti su Amazon.

Bestseller No. 1
Kingston A400 SSD SA400S37/480G Unità a Stato Solido Interne 2.5' SATA, 480 GB
Kingston A400 SSD SA400S37/480G Unità a Stato Solido Interne 2.5" SATA, 480 GB
Rapidità nelle fasi di avvio del sistema, caricamento e trasferimento dei file; Più affidabile e duraturo di un hard drive tradizionale
Bestseller No. 3
SanDisk Extreme SSD Portatile, Velocità di Lettura Fino a 550MB/s, 500 GB
SanDisk Extreme SSD Portatile, Velocità di Lettura Fino a 550MB/s, 500 GB
Robusta,impermeabile e resistente alla polvere classe IP-55; Unità a stato solido resistente agli urti per una maggiore durata del prodotto
OffertaBestseller No. 4
Samsung SSD 870 EVO, 1 TB, fattore di forma 2,5', scrittura turbo intelligente, software Magician 6, nero (SSD interno)
Samsung SSD 870 EVO, 1 TB, fattore di forma 2,5", scrittura turbo intelligente, software Magician 6, nero (SSD interno)
Interfaccia: raggiunge il limite massimo SATA di 560/530 MB/s di velocità sequenziali; Capacità disponibile: 1 TB
139,99 EUR −24,29 EUR
Bestseller No. 5
Samsung Memorie MZ-76E500 860 EVO SSD Interno da 500 GB, SATA, 2.5'
Samsung Memorie MZ-76E500 860 EVO SSD Interno da 500 GB, SATA, 2.5"
Interfaccia SATA 6 Gb/s e retrocompatibile con SATA 3 Gb/s e SATA 1.5 Gb/s; Fattore di forma 2.5 pollici, ottimo sia per computer portatili che fissi
Bestseller No. 6
Samsung Memorie T5 da 500 GB, USB 3.1 Gen 2, SSD Esterno Portatile, Blu (MU-PA500B)
Samsung Memorie T5 da 500 GB, USB 3.1 Gen 2, SSD Esterno Portatile, Blu (MU-PA500B)
SSD con tecnologia Samsung V-Nand e ad un’interfaccia USB 3.1 di seconda generazione; Compatto e leggero: 57.3 x 74 x 10.5 mm e soli 51 g
OffertaBestseller No. 7
WD 2TB Elements Portable, Hard Disk Esterno Portatile, USB 3.0
WD 2TB Elements Portable, Hard Disk Esterno Portatile, USB 3.0
Trasferimenti dati ultraveloci con USB 3.0; Capacità elevatissima; Software di backup WD in prova gratuita
118,85 EUR −61,85 EUR
Bestseller No. 8
SanDisk Plus SSD Unità a Stato Solido 240 GB, Velocità di Lettura fino a 530 MB/s, 2,5', Sata III
SanDisk Plus SSD Unità a Stato Solido 240 GB, Velocità di Lettura fino a 530 MB/s, 2,5", Sata III
Avvio, spegnimento, caricamento e risposta delle applicazioni più rapidi; Velocità di lettura/scrittura fino a 535 MB sec/450 MB sec
Bestseller No. 9
Bestseller No. 10
Samsung Memorie MZ-77Q1T0BW 870 QVO SSD Interno, 1 TB, SATA, 2.5'
Samsung Memorie MZ-77Q1T0BW 870 QVO SSD Interno, 1 TB, SATA, 2.5"
Interfaccia SATA 6 Gb/s compatibile con interfacce SATA 3 Gb/s e SATA 1.5 Gb/s; Fattore di forma: 2.5 pollici

 

Guida all’acquisto di un hard disk SSD

Perché il vostro computer ha bisogno di un SSD?

L’installazione di un SSD sul vostro computer è senza dubbio uno dei migliori miglioramenti su cui investire per migliorare significativamente le prestazioni e ottenere un comfort senza precedenti. Tuttavia, come per ogni nuova tecnologia, ci vorrà molto tempo prima che i potenziali utenti comprendano i vantaggi di questo investimento che a prima vista sembra essere costoso.

Un’ulteriore difficoltà nella scelta del giusto SSD è la varietà di prodotti, che cresce di giorno in giorno. Il numero di prodotti e parametri disponibili, moltiplicato per il numero di diverse applicazioni per le quali acquistiamo SSD, rende la scelta di tali prodotti una vera e propria sfida per molti di noi.

Che cos’è in realtà un SSD e in che cosa si differenzia da un classico disco rigido?

Il Solid State Drive (SSD) è un tipo di storage utilizzato per memorizzare i dati sui nostri computer. Fino a poco tempo fa, solo gli hard disk tradizionali (HDD) giocavano un ruolo di questo tipo, tuttavia, a causa dei dinamici progressi tecnologici nel tempo si è scoperto che una tecnologia così vecchia non soddisfa i requisiti imposti dal mondo digitale di oggi.

Gli HDD tradizionali memorizzano i dati su dischi (piatti) utilizzando una testina mobile per la registrazione. In parole povere, ogni volta che vogliamo accedere ai nostri dati, la testina si muove sulla superficie di un disco rotante, cercando i dati che ci interessano. Un disco rigido medio può eseguire circa 100 operazioni di lettura/scrittura al secondo (IOPS) e l’accesso ai dati richiede fino a 15 millisecondi.

L’SSD, d’altra parte, è privo di elementi mobili che vengono sostituiti da NAND flash, consentendo fino a 100.000 operazioni di lettura e scrittura al secondo. Questo condiziona anche il tempo necessario per accedere ai dati a oltre 100 volte (a 0,1 millisecondi).

Le differenze nel design hanno anche una serie di altri vantaggi. La mancanza di parti mobili rende l’SSD molto più resistente ai danni fisici, riducendo al minimo il rischio di perdita di dati in caso di urti o cadute. Gli SSD sono anche significativamente più efficienti dal punto di vista energetico, il che ha un impatto diretto sul prolungamento della durata della batteria del laptop.

Un ulteriore vantaggio dell’utilizzo della memoria flash è la capacità di ridurre significativamente le dimensioni fisiche dell’unità rispetto al tradizionale formato da 3,5″ o 2,5″ che di solito è associato ai dischi rigidi. Grazie alla flessibilità di posizionamento dei componenti, la superficie dell’SSD può essere fino al 90% più piccola di un disco rigido tradizionale. Ciò rende possibile il montaggio dell’unità anche nei più sottili ultrabook o nei desktop all-in-one, che possono ospitare l’intera struttura in un alloggiamento per monitor.

Qual è la differenza tra gli SSD?

Ogni SSD ha una serie di caratteristiche e parametri che ne determinano l’uso previsto. Essi influenzano le prestazioni, l’affidabilità, la compatibilità e, in ultima analisi, il prezzo. Come scegliere un SSD che soddisfi le nostre aspettative e allo stesso tempo non grava sul nostro budget ?

Il parametro di base che dovrebbe essere considerato al momento dell’acquisto dell’SSD è il suo fattore di forma e l’interfaccia. Attualmente, più del 95% delle SSD vendute nei negozi sono disponibili in formato 2,5″ con connettore SATA III. Poiché questo standard esiste da molto tempo, consente una semplice migrazione dai dischi rigidi tradizionali, che sono per lo più disponibili in questo fattore di forma, fornendo prestazioni più veloci che soddisfacenti. Un ulteriore vantaggio dell’interfaccia SATA è la sua compatibilità con le vecchie generazioni (detta anche retrocompatibilità). SSD con interfaccia SATA III può essere installato in un computer con interfaccia SATA II o SATA I senza alcuna preoccupazione. Ciò significa che gli SSD possono essere installate con successo anche su computer che hanno più di 14 anni – questo è quanto tempo è passato dal lancio dello standard SATA. Tuttavia, vale la pena ricordare che, a causa della minore velocità di trasmissione delle interfacce SATA I e II (rispettivamente 150 MB/s e 300 MB/s), la connessione di un nuovo SSD ad un vecchio computer può limitare la velocità.

Un’altra caratteristica da tenere in considerazione nella scelta dell’SSD giusto è il suo fattore di forma. La maggior parte delle unità da 2,5 pollici ha uno chassis di 7 mm di spessore. Dato che molti computer portatili (specialmente quelli più vecchi) hanno alloggiamenti per il montaggio di unità da 9,5 mm di spessore, è una buona idea verificare che un distanziatore sia incluso con l’unità prima dell’acquisto. Esso garantirà la compatibilità indipendentemente dalla profondità del vano (7mm o 9,5mm). L’SSD più comune è quello con connettore SATA da 2,5″, 7mm sottile.

Velocità del disco SSD

Un altro parametro, che molti considerano il più importante, è la prestazione dell’azionamento. Esso determina la rapidità con cui il nostro computer risponde alle nostre richieste e influisce sulla convenienza complessiva dell’utilizzo del computer e sul comfort del lavoro quotidiano. Le prestazioni sono espresse da molti parametri diversi, due dei quali sono i più comunemente specificati. Il primo, che determina la velocità con cui il nostro disco eseguirà le operazioni sui file, è la velocità del disco espressa in megabyte al secondo (MB/s), determinata separatamente per la lettura e la scrittura.

Gli attuali SSD basati su SATA III consentono una velocità di trasferimento di 500 MB/s, fino a 5 volte superiore a quella dei dischi rigidi con la stessa interfaccia. Le ultime SSD basate su PCIe con interfaccia NVMe sono ancora più veloci, raggiungendo velocità fino a 2,5 GB/s. Questa velocità sarà particolarmente apprezzata dai professionisti, ma per la maggior parte degli utenti la velocità SATA III sarà completamente soddisfacente.

Numero di  Operazioni al secondo IOPS

Il parametro successivo – il numero di operazioni di ingresso/uscita al secondo (IOPS) – indica il numero di operazioni che il nostro drive può eseguire in un secondo. Come per la velocità, il parametro IOPS è specificato separatamente per la lettura e la scrittura dei dati. L’SSD basato su SATA III raggiunge in media un IOPS di 50000 e gli azionamenti più veloci possono elaborare fino a 100.000 operazioni al secondo. In confronto, gli odierni dischi rigidi per uso consumer eseguiranno solo 100 operazioni al secondo.

Le unità basate su PCIe sono i prodotti più veloci disponibili per i consumatori.

Quando si considerano tutti questi parametri, va ricordato che le specifiche fornite dai produttori sono realizzabili in condizioni rigorosamente definite, in modo che i diversi test riflettano i diversi scenari operativi delle unità. Alcuni azionamenti sono in grado di mantenere un certo parametro per un periodo di tempo più lungo, mentre altri raggiungono solo temporaneamente una certa velocità. Gli utenti più esigenti dovrebbero confrontare i risultati dei test effettuati negli stessi programmi confrontando più azionamenti tra loro.

Affidabilità e resistenza di SSD

Passiamo ora all’affidabilità, che è particolarmente importante per chi elabora grandi volumi di file o memorizza dati importanti. La durata del drive, il fattore più importante per molti utenti, è determinata dai misteriosi parametri sonori del TBW e MTBF ed è direttamente correlata al tipo di componente NAND flash utilizzato. I componenti più utilizzati attualmente nelle SSD sono quelli prodotti in tecnologia TLC (Triple-Level-Cell) e MLC (Multi-Level-Cell). I componenti TLC offrono prestazioni e affidabilità che dovrebbero essere sufficienti per l’utente medio. Gli utenti più esigenti che si aspettano maggiore stabilità e comfort dalle loro SSD dovrebbero concentrarsi sui convertitori MLC che offrono maggiori prestazioni e affidabilità.

Total Bytes Written (TBW) durata del disco

Il parametro Total Bytes Written (TBW) determina la durata dell’unità in gigabyte. La quantità di dati elaborati dagli utenti durante il giorno varia notevolmente e può variare da diverse centinaia di megabyte a diverse decine di gigabyte. Il parametro TBW per le unità basate su TLC dovrebbe essere sufficiente per l’utente medio anche molto tempo dopo la scadenza del periodo di garanzia, che è tipicamente di 3 anni. I drive basati su MLC hanno un parametro TBW che spesso supera i requisiti dell’utente medio. I loro produttori di solito forniscono agli utenti una garanzia di 5 anni, assicurando al tempo stesso che il drive duri molto più a lungo. Quando si confrontano le offerte dei singoli produttori, va anche notato che molti di essi limitano il periodo di garanzia anche in base al parametro TBW. Ciò significa che la garanzia non sarà accettata se l’utente supera la quantità di dati scritti specificati nei termini e condizioni, anche se il periodo di garanzia generale non è scaduto.

Mean Time Between Failures (MTBF)

Il parametro Mean Time Between Failures (MTBF), misurato in ore, significa “il tempo medio tra i guasti”. Anche se i valori espressi in questo parametro non devono essere letti alla lettera, esso aiuterà certamente a determinare per quanto tempo un drive dovrebbe servirci senza guasti.

Ultimo aggiornamento 2021-08-02 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API